Cappuccino dei cereali – Ryzopertha dominica

INFESTANTI DELLE DERRATE


Cappuccino dei cereali – Ryzopertha dominica
 

COLEOTTERI Bostrichidi

Cappuccino dei cereali - Ryzopertha dominica

Habitat:

  •  La Rhyzopertha dominica volgarmente detta Cappuccino dei cereali, per la forma del pronoto,che ricorda il cappuccio di un frate, è una specie di origine tropicale, ormai cosmopolita.
  •  Si presuppone che l’origine geografica di molti Coleotteri Bostrichidi sia l’India o le sue immediate vicinanze.
  •  Purtroppo il Cappuccino dei cereali negli ultimi decenni, ha rappresentato uno degli insetti infestanti più dannosi per le derrate di grano immagazzinate.
  •  La capacità distruttiva della Rhyzopertha dominica è una delle più elevate tra quelle degli insetti infestanti i cereali.
     

Morfologia: 

  •  La Rhyzopertha dominica ha una forma cilindrica, è un insetto lungo da 2,4 mm a 2,9 mm.
  •   Il colore del corpo del Cappuccino dei cereali è bruno tendente al rossastro scuro.
  •  Nella sua versione adulta, il capo è retratto nel protorace, ed ha la forma di cappuccio di frate.
  •  Le larve di Rhyzopertha dominica sono curve, arrotondate e con l’apparato boccale marrone.

Ciclo Vitale: 

  •  La femmina depone tra le 300 e le 500 uova ad una velocità di 25 al giorno, ogni larva che nascerà starà poi sopra e dentro di un grano.
  •  Questo coleottero infestante dei cereali ha un ciclo vitale post-embrionale, che si svolge di norma, in quattro tipi di stadi larvali seguiti dagli stadi di prepupa e pupa.
  •  Il periodo di schiusa delle uova di Rhyzopertha dominica, può variare, in relazione alle condizioni ambientali e al periodo stagionale, da 5 a 20 giorni.
  •  Il primo stadio larvale, che insieme al secondo è quello più devastante per le derrate, muta dopo 21 giorni e varia entro un ampio intervallo che va da 8 a 47 giorni, in base alla disponibilità di nutrimento disponibile.
  •  Durante il secondo stadio larvale, come dicevamo sopra, la larva del Cappuccino dei cereali  pur essendo meno attiva e meno insaziabile che durante il primo stadio, ha comunque un notevole potere di locomozione e di conseguenza di espandere l’infestazione delle derrate.
     

Abitudini:

  •  Nei depositi di cereali, un ruolo rilevante viene svolto dal coleottero bostrichide Rhyzopertha dominica, molto diffuso nei centri di stoccaggio e tristemente noto come agente contaminante dei prodotti finiti.
  •  E` comunque difficile rendersi conto di un infestazione da Cappuccino dei cereali, l’unica cosa dal quale si può dedurre quando però è già molto tardi è un forte odore di miele nei depositi di stoccaggio.

 

E`importante raffreddare il grano dopo lo stoccaggio, perché una temperatura più bassa può evitare in anticipo un’infestazione da Rhyzopertha dominica.

Questo come altri preziosi consigli potrete ottenerli consultando una ditta specializzata in disinfestazioni abituata a disinfestare derrate alimentari di grandi e medie proporzioni.



negozio disinfestazione

Compra on line! Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la DisinfestazioneFai Da Te

Scarabeo ragno australiano – Pitnus tectus

 

INFESTANTI DELLE DERRATE


Scarabeo ragno australiano – Pitnus tectus 

Coleotteri Pitnidi

Scarabeo ragno australiano - Pitnus tectus

Habitat:

  •  Il Pitnus tectus si insedia facilmente nei magazzini sporchi o dove le merci rimangono senza ricambio per troppo tempo. Lo troviamo spesso come infestante dei silos di farina, dove si lavora il latte in polvere, dove si producono derrate liofilizzate e nell’ industria del cioccolato.
  •  Lo scarabeo ragno australiano è un insetto che vive in gruppo e può essere ritrovato facilmente all’interno di crepe e fessure.
  •  Il Pitnus tectus ha abitudini notturne e ama i  luoghi umidi.
  •  La presenza di questo infestante delle derrate è spesso associata anche con nidi di volatili.
  •  E`un parassita infestante molto diffuso nel settore alimentare, le larve dello Scarabeo ragno hanno la capacità di bucare molti tipi di imballaggio.
     

Morfologia:

  •  Gli adulti di questi piccoli scarabei infestanti in realtà possono ricordare acari giganti o piccoli ragni.  Hanno il corpo ovale o cilindrico e sono dotati di lunghe zampe e antenne.
  •  I Pitnus tectus sono lunghi da 2,5 a 4 mm con lunghe antenne filamentose e segmentate.
  •  Le larve dello scarabeo ragno crescono sino a 5 –7 mm e sono giallastre con testa marrone-ocra.
  •  Gli adulti inoltre, hanno elitre marroni rivestite di piccoli peli dorati.. Le loro ali anteriori sono dure e coriacee, e si trovano lungo la linea mediana della superficie dorsale,mentre le ali  posteriori del Pitnus tectus invece hanno un aspetto più simile ad una membrana.

Ciclo vitale:

  •  Le femmine degli Scarabei ragni australiani depongono da 100 a 200 uova singolarmente in piccoli gruppi. Queste uova di scarabeo si schiudono a 25 °C in 7-10 giorni circa.
  •  Lo sviluppo della larva di Pitnus tecnus avviene attraverso tre mute in un periodo di 40-50 giorni. 
  •  La fase di pupa occupa 20 – 25 giorni, lo scarabeo adulto ne emerge dopo 3 settimane. 
  •  Tutto Il ciclo vitale di questo scarabeo infestante delle derrate avviene in 4 – 6mesi.
  •  Il ciclo comprende da  2 a 3 generazioni per anno. L’adulto di scarabeo ragno australiano può vivere sino a un anno.

Abitudini:

  •  Il Pitnus tecnus è un insetto coleottero infestante con abitudini notturne.
  •  I suoi cibi preferiti sono: legumi, semi, grano, latte in polvere,farina, cacao, noci, spezie, resti di insetti morti.
  •  Lo scarabeo ragno australiano si nutre spesso anche di frutta secca o di carne, lana, peli, piume, escrementi di topo e ratto, insetti e altri animali ancora, libri, funghi secchi, alimenti per animali e zucchero.
  •  E’ un insetto gregario e può essere ritrovato in gruppi all’interno di crepe e fessure.

 

Ultimamente lo scarabeo ragno  è presente anche in molte case cittadine italiane, specialmente dove c’è un giardino nelle vicinanze e soprattutto nel periodo primaverile, le sue pizzicate difensive sono acute e dolorose, anche se non pericolose, a volte li troviamo nei nostri letti o nei vestiti smessi dove si rifugiano durante il giorno.

Il morso dello scarabeo ragno si riconosce dal fatto che sono due o tre piccoli morsi uno vicino all’altro.
 

Comunque è considerato principalmente un coleottero infestante delle derrate, più che della casa. Per questi tipi di animali, la disinfestazione proattiva, è la più adatta, tanto più che la sua infestazione si sparge molto velocemente e causa notevoli danni economici alle derrate.
 

Consultiamo sempre  una ditta specializzata in disinfestazioni e un medico nel caso di sospetta allergia o schock anafilattico al morso dell’animale.



negozio disinfestazione

Compra on line! Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la DisinfestazioneFai Da Te

Tarma dei tappeti o Trichophaga tapetzella

INFESTANTE DEI TESSUTI

Tarma dei tappeti   Trichophaga tapetzella

Lepidotteri

Tarma dei tappeti o Trichophaga tapetzella

Habitat

  •  Cosmopolita
  •  Preferisce tessuti più pesanti come i tappeti, e di minor qualità, da qui il suo nome comune: tarma o tignola dei tappeti
  •  Come la Hofmannophila pseudospretella prospera in condizioni di umidità, quindi particolarmente nei bagni, scuderie, cucce di animali domestici.

Morfologia

  •  È la più grande tra le tarme, l’apertura alare della Trichophaga tapetzella  adulta arriva ai 19 mm.
  •  Ha la testa e un pezzetto delle ali anteriori nere (marrone scuro), le ali posteriori grigio chiaro uniforme.


Ciclo vitale

  •  Gli adulti sfarfallano tra aprile e giugno e si accoppiano subito usciti dal bozzolo
  •  La femmina della tarma dei tappeti depone tra le 6 e le 10 uova;
  •  Lo stadio larvale dura tutta l’estate ed è il periodo quando avvengono i maggiori danni.
  •  La larva di Trichophaga tapetzella  fila il proprio bozzolo per impuparsi  tra le fibre dei tessuti
  •  La tarma dei tappeti può completare una o due generazioni all’anno.

Abitudini

  •  Le larve della Tarma dei tappeti costruiscono gallerie e tane in mezzo ai tappeti per spostarsi.
  •  Le loro preferenze alimentari sono: tappeti, arazzi, feltri, pelli, pellicce e crini di cavallo.

Tarma dei tappeti o Trichophaga tapetzella

 

 

larve di Trichophaga tapetzella
 

Consigli:


Come per le altre specie di tarme infestanti dei tessuti, è importante:

  •  non riporre vestiti usati senza lavarli, e stirarli con ferro caldo
  •  Passare spesso l’aspirapolvere, anche negli angoli, utilizzando la spazzolina apposita
  •  Attenzione agli arazzi collocati su pareti umide.

In caso di infestazione da Tarme, reputata superiore alla norma, contattare una ditta specializzata in disinfestazioni, affinché possa intervenire in sicurezza e soprattutto individuare il focolaio dell’ infestazione.

Un nostro disinfestatore esperto provvederà a scegliere, caso per caso, la tecnica di disinfestazione migliore ma solo dopo aver avviato un attenta ispezione alla vostra casa. Il primo passo da fare è, infatti, avviare una scrupolosa analisi di tutti i tappeti nella vostra casa a Roma per evidenziare uova o larve.



negozio disinfestazione tarme

Compra on line! Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la Disinfestazione tarme Fai Da Te