You are currently viewing Disinfestazione Acari
Infestazione da Acari

Gli acari sono parassiti particolarmente difficili da debellare: questi piccoli insetti possono infestare diversi ambienti, soprattutto in presenza di umidità causando reazioni allergiche e punture. Prevenire la comparsa degli acari è quindi essenziale per evitare spiacevoli inconvenienti.

Acari: che cosa sono?

Gli acari sono insetti particolarmente insidiosi che possono davvero mettere a dura prova la propria salute. Il loro habitat ideale è proprio il letto, il posto in cui si trascorrono circa 8 ore al giorno. Si tratta di piccoli ragnetti non visibili all’occhio umano che possono provocare allergie insidiandosi tra cuscini, lenzuola e materassi, i punti ideali dove riescono a sopravvivere e diffondersi.

Quando dormiamo, il corpo a contatto con i tessuti favorisce l’umidità mentre le cellule dell’epidermide che contribuiscono al ricambio della pelle diventano la fonte di nutrimento principale degli acari.

Gli acari rilasciano i propri escrementi nel luogo infestato, favorendo la formazione di allergeni. I sintomi principali di questo fenomeno sono il naso che gocciola o tappato. Le allergie agli acari possono anche manifestarsi mediante la lacrimazione e gli starnuti. Alcuni semplici accorgimenti quotidiani possono mantenere lontano gli acari dal letto e dai tessuti.

Punture degli acari

Punture degli acari

Gli acari possono infliggere delle punture portando all’insorgere di arrossamenti e dermatiti. In alcuni casi può anche verificarsi una costante sensazione di prurito. Se i parassiti hanno depositato le uova possono comparire delle bolle sulla pelle.

Le punture degli acari non devono essere considerate delle vere e proprie punture, si tratta in realtà di piccoli traumi provocati dai tentativi di scavo effettuati dagli esemplari femmina al fine di depositare le uova.

Allergia acari: come si manifesta?

L’allergia agli acari è un fenomeno molto comune, tuttavia è bene non sottovalutarla e prendere le dovute accortezze per evitare qualsiasi rischio. Si tratta precisamente di una reazione del sistema immunitario che viene scatenata dall’attività di questi piccoli parassiti i quali trovano il loro habitat ideale nella polvere domestica.

Vedi Anche:  Ministero Della Sanita

I sintomi tipici dell’allergia agli acari sono la febbre da fieno, lacrimazione agli occhi, starnuti e naso che cola. Nei casi più gravi tuttavia possono anche insorgere ulteriori segnali come prurito al naso e al palato, sensazione di malessere generale, congiuntivite, debolezza e spossatezza.

Capire come eliminare gli acari è dunque essenziale per evitare di sviluppare le condizioni allergiche.

Come eliminare gli acari?

Come eliminare gli acari

Ridurre il più possibile la presenza degli acari nell’ambiente è un procedimento fondamentale per evitare reazioni allergiche e problemi di salute.

Essere informati su come combattere gli acari in modo efficace permette di ottenere ottimi risultati e proteggere la casa dal rischio di infestazione.

La prima cosa da fare è rimuovere la polvere passando regolarmente l’aspirapolvere e dedicandosi in modo periodico ad interventi più approfonditi. Alcune abitudini quotidiane possono fare la differenza e contrastare la diffusione degli acari negli ambienti:

  • Arieggiare la casa ogni giorno, in particolare le camere da letto, favorendo un abbassamento della temperatura al fine di rimuovere l’umidità accumulata durante la notte.
  • Esporre al sole e all’aria i tessuti come cuscini, coperte, lenzuola e trapunte almeno ogni 2 settimane. Anche il materasso svolge un ruolo fondamentale: se non è possibile esporlo periodicamente alla luce solare è bene passarlo con l’aspirapolvere almeno una volta alla settimana.
  • Effettuare il lavaggio della biancheria a temperature elevate, almeno a 60°, per essere certi di debellare tutti gli esemplari.
  • Passare regolarmente l’aspirapolvere anche lungo le zone più difficili da raggiungere in modo da catturare tutti i residui di polvere, inclusi escrementi ed esemplari morti.
  • Eseguire le pulizie con le finestre aperte e spolverare i mobili con l’uso di un panno umido.
Vedi Anche:  Psilla

Quali sono i metodi antiacaro naturali?

È possibile ricorrere ad alcuni rimedi antiacaro completamente naturali come:

  • bicarbonato di sodio
  • bustine del tè
  • oli essenziali
  • sole ed aria

L’olio essenziale di lavanda assicura delle spiccate proprietà antibatteriche che si rivelano efficaci per ostacolare la proliferazione degli acari. Sarà sufficiente realizzare una formula a base di olio essenziale di lavanda e acqua e spruzzarla regolarmente su materassi, divani, lenzuola, cuscini e tessuti di vario tipo.

L’ideale è spruzzare il prodotto ogni mattina mentre si arieggia l’ambiente. In alternativa sarà sufficiente distribuire 2, 3 cucchiaini di bicarbonato di sodio lungo le superfici lasciandolo agire per almeno 2 ore, dopodiché passare l’aspirapolvere per togliere il bicarbonato.