Lo crisomela

Questo fitofago bruca il lembo delle foglie degli alberi (pioppo) o delle piante ornamentali (lavanda, rosmarino). Raramente provocano dei grossi danni.

Gli strumenti di lotta

Rimedi chimici:
nebulizzate un insetticida in caso di assoluta necessità.

L’ordine dei Lepidotteri_

Chi immaginerebbe che le farfalle di cui tutti ammiriamo la grazia e i colori siano, allo stato larvale, delle autentiche calamità per i nostri giardini? La loro caratteristica è di avere due paia di ali ricoperte di scaglie. I bruchi sono di solito provvisti di apparati boccali molto robusti e la loro morfologia è finalizzata a un unico scopo: ingerire la maggior quantità possibile di cibo. Alcune varietà sono xilofaghe (cosso, zanzara) e penetrano all’interno del legno fino al momento di trasformarsi in crisalide. Le larve dei Lepidotteri colpiscono principalmente gli alberi.

e

farfalla

Ciclo dei Lepidotteri

f

crisalide bruco

g

La zanzara

h

Farfalla del cosso rovinalegno

  • Il bruco misura circa 5 centimetri ed è color giallo picchiettato di nero. Colpisce moltissimi alberi ornamentali e da frutta.
  • La femmina depone le uova in estate sulla corteccia, oppure nel terreno.
  • Dopo la schiusa delle uova, i bruchi perforano la corteccia e scavano delle gallerie ascendenti. La loro presenza è rivelata dagli escrementi misti a segatura che si trovano presso il foro di entrata.
  • Consistono nell’introdurre un filo di ferro nella galleria per uccidere il bruco.
  • Vedi Anche:  Anticrittogramici