Cose Un Parassita

Che cos’è un parassita?

Definizioni

Si definisce parassita ogni virus, fungo, insetto che si sviluppa a spese di una pianta senza estrarre del tessuto vegetale, ma prelevando una parte della sostanza del vegetale per garantire il proprio sviluppo e la sopravvivenza della specie. Per un effetto di eccitazione locale, il parassita libera delle sostanze tossiche che danneggiano la crescita della pianta. Il devastatore, dal canto suo, si nutre della pianta prelevando una parte del tessuto vegetale per garantire la propria sopravvivenza. Alcuni esempi: l’afide è un parassita, la lumaca è un devastatore fitofago (da phyto, “pianta” e fago, “mangiare”). Spesso questa distinzione non è tenuta presente e con il termine parassita si intende più generalmente tutte le affezioni che possono colpire le specie vegetali.

Sulla base degli effetti che provocano, le malattie parassitarle si classificano in:

  • malattie batteriche;
  • malattie virali;
  • malattie crittogamiche (causate da funghi).

I parassiti e i fitofagi animali, definiti spesso con il termine “animali nocivi”, appartengono a due categorie:

  • gli invertebrati (molluschi, insetti…);
  • i vertebrati (uccelli, mammiferi…).

Vengono definiti “non specifici” tutti i parassiti e i fitofagi in grado di attaccare piante di specie diverse. Viceversa, i parassiti o i fitofagi “specifici” attaccano un’unica specie vegetale. Il limite tra le due categorie è difficile da stabilire: benché specifico, un parassita può comunque nutrirsi delle piante di una stessa famiglia.

Ad esempio, la mosca del porro colpisce anche l’aglio e la cipolla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*