Tipi di processionarie

Le processionarie sono dei bruchi che vivono principalmente sui pini e sulle querce. Le specie più conosciute sono la processionaria del pino e quella della quercia. La prima è maggiormente diffusa sul territorio italiano e ben conosciuta per i danni, anche letali, che provoca alle piante di cui si nutre.

Processionaria del pino

Aspetto

Tipi di processionarie
Esemplare di larva di processionaria del pino.

La farfalla, ovvero la processionaria del pino in forma adulta, si riconoscono per il colore grigiastro con macchie bianche. Essendo animali notturni si muovono con il buio mentre si nascondono di giorno.
Le larve hanno una colorazione bruna con macchie arancioni e presentano una peluria urticante.

Ciclo vitale

Da metà giugno in orario serale i bruchi di processionaria risalgono dalla terra per trasformarsi in farfalle. Gli adulti si accoppiano e il maschio termina il suo ciclo vitale dopo uno due giorni da questo evento. Gli esemplari femmina in gravidanza depongono le uova disponendole in filari paralleli e dividendole in gruppi di 80/300 uova ciascuno. Queste formano una fila di colore grigiastro che si riveste di squame e si trova intorno ai rami del pino oppure posizionato intorno agli aghi della pianta.
Dopo la deposizione delle uova è il momento delle femmine di morire.

Schiusa delle uova

La schiusa avviene dopo un mese dalla deposizione e ne escono le larve che poi diverranno bruchi.
I bruchi nel crescere si trasformano prendendo colorazioni differenti e ricoprendosi di peli urticanti.

Abitudini

Le larve crescono nutrendosi di foglie e rami delle conifere e possono provocare una perdita completa del fogliame fino alla morte della pianta. Nei mesi che vanno da febbraio e maggio si può osservare una lunga fila di bruchi con a capo una femmina che percorre il tronco discendendo verso il basso fino a raggiungere la terra. Una volta arrivarti i bruchi si interrano sotto uno strato di qualche centimetro di terreno, scegliendo un luogo soleggiato.
La fila di bruchi in processione può arrivare a 40/45 metri di lunghezza.

Vedi anche  Bruco americano: come allontanarlo dal giardino

Processionaria della quercia

Aspetto

Tipi di processionarie
Processionaria della quercia: foto

La processionaria della quercia si presenta nello stato adulto sotto forma di farfalla grigia e si può vedere in azione dalla metà di giungo fino a fine agosto. L’apertura alare arriva a 30 millimetri di lunghezza.
Il bruco di questa specie di processionaria è riconoscibile dalla linea scura presente sul dorso e dal ciuffo di pelo vellutato.

Ciclo vitale

La deposizione delle uova che vanno da 100 a 200 vengono posti in mucchio unico sul tronco della pianta. Il loro colore è bianco ed hanno una lunghezza di circa 1 mm. Nel periodo tra aprile e maggio i bruchi iniziano la processione per tornare ad interrarsi.
A partire da giugno fino ai primi di luglio le larve iniziano il processo di trasformazione in crisalide, e così restano fino ai primi di agosto quando avviene l’evoluzione in esemplari adulti: le farfalle.

Abitudini

Il bruco della processionaria della quercia vive in colonie numerose e si trasformano attraverso le 6 fasi di crescita. Una volta giunti al terzo stadio i bruchi si coprono di peli urticanti che provocano allergie e dermatiti sia negli esseri umani che negli animali a causa delle sostanze tossiche di cui sono costituiti.