Culicidi – Zanzara comune – Culex pipiens

INFESTANTI DELL’UOMO e DEGLI ANIMALI DOMESTICI

Culicidi – Zanzara comune – Culex pipiens

Culicidi – Zanzara comune – Culex pipiens

Habitat:

  •  La cosiddetta zanzara comune (Culex pipiens) appartiene alla famiglia dei Culicidi, costituita da 2500 specie diverse, delle quali 65 sono presenti in italia.
  •  L’habitat preferito dalle zanzare del tipo Culex, sono le acque stagnanti, dalle piccole pozze alle risaie, dai giardini umani alle zone paludose.
  •  La zanzara comune colonizza sia le acque dolci che salmastre.
  •  La varietà Culex pipiens molestus distinguendosi dalla comune Culex pipiens pipiens  ha assunto abitudini urbane, e punge quasi esclusivamente l’uomo.
  •  Questa varietà di zanzara, può riprodursi in acque sporche e molto inquinate, ma non in quelle salmastre. Le sue larve sono presenti in tombini, cisterne, depuratori, fognature,  liquami, sifoni, canalizzazioni di scolo.
  •  La Culex pipiens è cosmopolita.

Morfologia:

  •  La Zanzara domestica è un piccolo Dittero attivo nei mesi da marzo a novembre. Ha il corpo stretto e filiforme, di colore marrone scuro quasi nero, è provvisto come tutte le zanzare, di un apparato boccale pungente-succhiante, ali strette e lunghe e grandi occhi composti molto sviluppati.
  •  La suzione del sangue viene preceduta dall’immissione della saliva della zanzara, attraverso un canale salivare.
  •  La saliva delle zanzare in generale , stimola un aumento del flusso sanguigno oltre ad essere un potente anticoagulante e anestetizzante. In questo modo riduce i tempi della suzione vera e propria e può completare il pasto prima che la vittima se ne accorga.
  •  Proprio per la conformazione del loro corpo, queste zanzare, sono molto soggette alla disidratazione, ed è per questo motivo che l’attività della Culex pipiens si concentra nelle ore più fresche come le notturne.
  •  Nei Culicidi la differenza tra i sessi è spesso molto visibile,  nella zanzara comune si evidenzia soprattutto nelle antenne, le quali sono grandi e piumate nei maschi, più corte e con peli pochi e dritti nelle femmine.
  •  Le larve delle zanzare, si sviluppano sotto il pelo dell’acqua, sono provviste di sifone respiratorio e si dispongono più o meno verticali rispetto alla superficie dell’acqua.

Culicidi – Zanzara comune – Culex pipiens

larva di zanzara sotto il pelo dell’acqua

Ciclo vitale:

  •   Le uova della Culex pipiens, al contrario di quelle dell’Aedis aegypti, vengono deposte non solo in acque pulite ma anche in quelle torbide.  Sono in genere ammassate in gruppi che sembrano zattere (250-400 insieme). Questi insiemi di uova hanno la forma di barchette e la loro deposizione avviene solitamente di notte.
  •  Il loro ciclo di sviluppo da embrione ad adulto si compone di quattro fasi come larva, e una fase come pupa. Tutti gli stadi di sviluppo si svolgono nell’acqua.
  •  Il generale la Zanzara comune (Culex pipiens) riesce a completare 15 generazioni all’anno.
  •  Lo sfarfallamento dei maschi precede di 24 ore quello delle femmine; lo scopo biologico è quello di preparare il maschio all’accoppiamento. Dopo lo sfarfallamento, possono allontanarsi fino a 5-6 chilometri.
  •  La durata di vita delle zanzare comuni adulte può variare molto, ma comunque è  caratterizzata da una maggiore longevità delle femmine, e va dai 10-15 giorni del maschio a un mese per le femmine delle generazioni estive.

Abitudini:

  •  Le femmine di zanzara vengono attirate prevalentemente dagli odori e dalla anidride carbonica emessa durante la respirazione dell’animale a sangue caldo, esistono nuove trappole efficienti, che si basano su questi fattori.
  • Le Zanzare comuni non amano il vento.
  •  Durante il giorno, a causa del calore e della possibile disidratazione la Culex pipiens si rifugia in luoghi ombrosi e freschi, fra la vegetazione fitta, spesso in cavità naturali, nel caso delle varietà meno urbanizzate.
  •  Nei Culicidi ( zanzare in generale) sono le femmine che hanno bisogno di sangue,  in quanto necessitano delle proteine in esso contenute per portare a maturazione le uova. I maschi, al contrario, sono glicifaghi e si nutrono di essenze che succhiano dai vegetali, preferibilmente zuccherine.

Anche in questo caso è importantissima la disinfestazione preventiva stagionale, in realtà è molto più facile uccidere le larve che le zanzare adulte.

Attraverso un programma stagionale di disinfestazione mirata e usando estrema attenzione alle nostre aree verdi; collocando sabbia nei sottovasi, alcune gocce di candeggina nelle più piccole pozze di acque stagnanti, girando a testa in giù, secchi, bacinelle e quant’altro possa contenere acqua, evitando di abbandonare copertoni di macchina in luoghi non appropriati, possiamo aiutare molto i programmi di disinfestazione delle Amministrazioni Comunali, ed evitare pericolosissime epidemie.


negozio disinfestazione zanzare

Compra on line! Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la Disinfestazione delle zanzare Fai Da Te

Zanzara tigre egiziana – Aedes aegyptis

INFESTANTI DELL’UOMO e DEGLI ANIMALI DOMESTICI

Zanzara tigre egiziana – Aedes aegyptis

Zanzara tigre egiziana - Aedes aegyptis

aedis aegyptis

Habitat:

  • L’Aedis aegyptis appartiene alla famiglia dei Ditteri come anche le Mosche e tutte le altre specie di Zanzare.
  • La zanzara tigre egiziana è originaria dall’Africa e diffusa ormai in quasi tutto il mondo, specialmente nelle zone tropicali.
  • In Italia la troviamo solo in alcuni periodi dell’anno in focolai temporanei.
  • Per deporre le sue uova l’Aedis aegyptis ha bisogno di acque stagnanti ma pulite. Nell’ambiente umano trova facilmente sottovasi, cisterne di raccolta, interno di pneumatici abbandonati, addirittura nelle vaschette del WC. O nei serbatoi d’acqua delle macchinette espresso dei caffé.
  • La Zanzara tigre egiziana ha sviluppato con il tempo una specifica preferenza per gli ambienti umani, e l’uomo di conseguenza si è trovato ad essere la sua preda obbligata.

 Morfologia:

  • Le Zanzare della specie Aedes, ossia le zanzare tigri (egiziana, asiatica), hanno dimensioni molto simili tra loro, differenziandosi solamente per la forma delle striature bianche, meno vistose nella zanzara tigre egiziana.
  • Anche nella specie aedes  si presenta un vistoso dimorfismo sessuale: il maschio è più piccolo della femmina, ed  è dotato di un paio di grandi antenne piumose e di lunghissimi palpi mascellari.
  • In generale il loro corpo misura dai 2 ai 10 mm. e  i palpi mascellari dei maschi sono più lunghi delle loro proboscidi; mentre i palpi mascellari delle femmine sono di gran lunga più corti.
  • La suzione del sangue viene preceduta dall’immissione della saliva della zanzara, attraverso un canale salivare.
  • La saliva delle zanzare in generale , stimola un aumento del flusso sanguigno oltre ad essere un potente anticoagulante e anestetizzante. In questo modo riduce i tempi della suzione vera e propria e può completare il pasto prima che la vittima se ne accorga.

Ciclo vitale:

  • La Zanzara tigre egiziana sverna come uovo in diapausa embrionale.
  • L’accoppiamento delle zanzare si svolge in volo e dura pochi secondi.
  • Una sola femmina può accoppiarsi con più maschi, ma solamente il primo accoppiamento sarà fertile.  La quantità di seme  che la femmina acquisirà  in questo primo accoppiamento garantirà la sua fertilità per tutto l’arco della sua  vita, ossia per diversi mesi.
  • Lo sviluppo della Zanzara tigre avviene nel periodo compreso tra i mesi di Aprile ed Ottobre, raggiungendo la massima densità sul finire dell’estate.
  • Dalle uova dell’ l’Aedis aegyptis  si svilupperanno le larve che, dopo quattro stadi di crescita, si trasformeranno in pupe.
  • La zanzara adulta sfarfalla dopo circa 48 ore. Alle nostre latitudini l’intero ciclo di sviluppo può durare qualche settimana anche se in genere non supera i 10 giorni nel periodo estivo (con una temperatura media di 25 °C).
  • Gli adulti sono in grado di accoppiarsi già un paio di giorni dopo lo sfarfallamento: le femmine di zanzara tigre egiziana devono effettuare il loro primo pasto di sangue, che porterà a maturazione le uova .
  • Il maschio della zanzara invece, esaurita la propria funzione riproduttiva, vivrà ancora solo per pochi giorni.

Abitudini:

  • In genere le femmine adulte pungono, stazionano e digeriscono i pasti all’interno delle abitazioni dell’uomo e sono attive soprattutto di giorno e nelle prime ore serali, ma la zanzara tigre è tristemente nota per la sua aggressività ed è attiva anche nelle ore del giorno e della notte.
  • Seppure presente solo saltuariamente in Italia e sempre per brevi periodi, la Zanzara tigre egiziana costituisce il vettore primario della febbre gialla e può trasmettere numerosi alpha-virus ed arbo-virus quali, ad esempio, il virus dengue ed il virus chikungunya.
  • Si riscontra inoltre una sua forte resistenza a veleni comuni ed una straordinaria capacità di adattamento all’ambiente.

Zanzara tigre egiziana - Aedes aegyptis

aedes berlandi

Anche in questo caso è importantissima la disinfestazione preventiva stagionale, in realtà è molto più facile uccidere le larve che le zanzare adulte.

Attraverso un programma stagionale di disinfestazione zanzare e usando estrema attenzione alle nostre aree verdi; collocando sabbia nei sottovasi, alcune gocce di candeggina nelle più piccole pozze di acque stagnanti, girando a testa in giù, secchi, bacinelle e quant’altro possa contenere acqua, evitando di abbandonare copertoni di macchina in luoghi non appropriati, possiamo aiutare molto i programmi di disinfestazione delle Amministrazioni Comunali, ed evitare pericolosissime epidemie.


negozio disinfestazione zanzare

Compra on line! Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la Disinfestazione delle zanzare Fai Da Te