Tafano – Tabanus bovinus

INFESTANTI DELL’ UOMO e DEGLI ANIMALI DOMESTICI

Tafano – Tabanus bovinus
Tafano – Tabanus bovinus

 

 

 

 

 

 

 

Habitat

  •  La mosca cavallina detta anche tafano, ha più o meno lo stesso habitat della mosca domestica, in quanto i maschi della specie si nutrono di sostanze zuccherine, e allo stesso tempo quello della mosca delle stalle, in quanto le femmine invece si nutrono del sangue dei mammiferi.
  •  Il Tabanus bovinus si stabilisce ovunque ci siano siti caldi e soleggiati ma anche acqua,  Quindi stalle e letame, ma anche vigneti o resti di uve, vicino ai rifiuti e ad altre sostanze organiche marcescenti.
  •  Preferisce comunque senza ombra di dubbio la campagna alla città.
  •  Alle volte lo troviamo sulle spiagge dove all’interno ci sia una vegetazione bassa che si aggira alla ricerca di rifiuti di cibo lasciati dai bagnanti, o a volte in alta montagna nelle zone di pascolo, e vicino a specchi d’acqua.
  •  Il Tafano è comunque cosmopolita ed è considerato un cocciuto parassita infestante fin dai tempi più remoti.

Morfologia

  •  Insetto tozzo e robusto con corporatura larga e depressa (lungo circa 25 mm), la mosca cavallina (tabanus bovinus), ha una livrea giallognola a macchie con striature  grigio scuro.
  •   Il capo è grande, e come tutti i Ditteri possiede occhi composti assai ampi e sviluppati, di colore variabile dal verde-dorato al nero.
  •  Il dimorfismo sessuale tra i tafani si mostra evidente quando osserviamo la distanza presente tra gli occhi: questi sono molto più ravvicinati nel maschio del tafano che nella femmina della specie.
  •  L’apparato boccale della femmina di tafano è di tipo perforante-succhiante ed altamente specializzato per suggere il sangue dei mammiferi. Ed è in realtà molto simile a quello delle zanzare.
  • Il sangue serve come in altri casi in natura, alla femmina di tafano per produrre le uova.
  •  L’apparato boccale del tabanus bovinus, possiede in ambo i sessi però dei labelli molto sviluppati che invece servono a succhiare oltre al sangue gli umori corporei di cui si nutrono i maschi dei tafani (polline , nettare, e sieri emessi dalla piaghe degli animali), i quali non avendo mandibole funzionali sono incapaci di pungere.

Ciclo vitale

  •  La femmina della mosca cavallina depone le sue uova incollandole a gruppi su di una superficie verticale con una sostanza che le mantiene allo stesso tempo umide.
  •  Di solito è un filo d’erba vicino ad uno specchio d’acqua, in una zona ben illuminata.
  •  Il periodo d’incubazione delle uova di tafano è di circa 5-8 giorni.
  •  La larva che ne esce fuori è tozza e sottile, dal colorito lucido e con sottili strisce longitudinali.
  •  Le larve di tafano sono carnivore e predatrici; si nutrono delle uova o delle larve di altri insetti.
  •  Le larve di tabanus bovinus si sviluppano poi in molti tipi di ambienti: nel suolo umido, nel fango, sul fondo delle pozze di acqua dolce salata o salmastra indifferentemente, nella sabbia, nelle concimaie etc
  •  Le larve di mosca cavallina poi, si trasformano in pupe. Durante questo periodo subiscono molti mutamenti strutturali attraverso un intensa attività morfogenetica (chi non ha visto il film la mosca! n.d.a) .
  •  I Tafani, svernano come larve e si impupano tra la primavera e l’inizio dell’estate, infine diventano i terribili tafani adulti in piena estate.

Abitudini

  •  La Mosca cavallina o Tafano è un abilissimo e temibile volatore che non produce alcun fastidioso rumore, ed è perciò in grado di avvicinarsi alla vittima predestinata senza essere percepito.
  •  Solitamente le femmine iniziano la ricerca di un ospite solo dopo l’accoppiamento, succhiando da quest’ultimo fino a 700 mg circa di sangue, il che significa che dovrebbe impiegare quasi 5 minuti.
  •  Il morso del tafano però, è molto doloroso quindi difficilmente la femmina di tafano riuscirà a succhiare in una volta sola tutto il sangue necessario, questo spiega la cocciutaggine dei tafani una volta trovata la vittima.
  •   Le abitudini  del tabanus bovinus sono diurne e in genere si nutre nelle ore più calde della giornata. I maschi sono territoriali, anche se non sempre rimangono stazionari nello stesso posto.

Non vivendo in sciami ed essendo territoriali, non si può parlare di una vera e propria disinfestazione attraverso l’individuazione del focolaio tipico di infestazione, ma comunque il progetto disinfestante segue le linee generali dell’infestazione da ditteri (mosche in genere) ed è di fondamentale importanza quando si vive in vicinanza di una stalla sia per gli uomini che per gli animali domestici, per esempio molti cavalli,e in modo particolare i purosangue inglesi, sviluppano una vera e propria allergia ai morsi delle mosche cavalline, con grave danno economico per l’allevatore.
Consultateci per un preventivo gratuito

Infestanti dell’uomo e degli animali domestici

https://www.disinfestazioni.info/infestanti/dell-uomo-le-pulci-delle-galline.htmINFESTANTI DELL'UOMO E DEGLI ANIMALI DOMESTICI

Un po' di storia recente

Appartengo a una generazione che alla sola parola “pulci” la gente inorridiva stampandosi in faccia un’orribile aria schifata.

Immagino perché. Prima generazione dopo la guerra, quella del boom economico per intenderci, avevamo sentito raccontare in prima persona, storie terribili di scabbia, pidocchi, malattie terribili che uccidevano milioni di persone (pensate alla spagnola), ci avevano fatto vedere filmati e filmati fatti dal governo fin dalle scuole elementari che parlavano d’igiene, di come lavarsi i denti, di come pulire la casa (c’erano ancora le lezioni di “economia domestica”) e non erano “sovietici”, ma ben americani, dove le mamme erano perfette, le case a loro volta perfette e immacolate, e quanto poi agli insetti infestanti l’uomo, come le pulci e i pidocchi per dirne alcuni, non esistevano proprio o erano stati definitivamente debellati un po’ come il vaiolo per intenderci.

La mia generazione in compenso, devo dire che aveva un gran bel pregio, non credeva a nessuno ed era anche molto avventurosa. Partivamo con un sacco a pelo alla scoperta del mondo, peccato però che il sacco a pelo presto diventava il ricettacolo di ogni tipo di animale infestante.

Poi quando ebbi mia figlia, anni dopo, e il sistema di educazione igienica delle scuole ;andò sempre più deteriorandosi, non c’erano più i film ma solo carenza di personale, scoprii che lei, tutta la sua classe e chissà quanti altri bambini ancora, sparsi per le classi d’Italia avevano preso i pidocchi, e a tutt’oggi queste cose purtroppo succedono.

Cosa fare

Dovere di un genitore è informarsi, non di provare vergogna, perciò risolto il problema, la cosa migliore è senz’altro l’informazione.

Impariamo a riconoscere gli infestanti dell’uomo, ce ne sono di molto pericolosi come le zecche, per le malattie che portano con se, e anche di molto dolorosi come i tafani; ogni loro putura può rappresentare un trauma per il bambino, poi ce ne sono di invisibili come gli acari che troviamo ovunque e infine di tremendamente fastidiosi come le mosche. Dopo di ciò impariamo a difenderci, a proteggere i nostri cari e, anche e soprattutto i nostri animali domestici, molto spesso inconsapevoli focolai di infestazioni.

Anche le aziende d’allevamento sono e devono essere interessate all’argomento. Cosí come le scuole, gli hotel, gli organismi pubblici e via dicendo. Infatti, gli insetti infestanti dell’uomo sono spesso gli stessi infestanti degli animali d’allevamento e, dove esiste grande possibilità di contatto, si propagano felicemente i parassiti dell’uomo.

La Bio Disinfestazione srl studia e prova da anni, attraverso il suo personale specializzato in disinfestazioni, le nuove tecniche di disinfestazione eco-compatibile. Inoltre, la disinfestazione proattiva apre in continuazione nuove strade interessanti per una prevenzione continuata nel tempo, realmente efficace e sicura.
L’individuazione del focolaio d’infestazione è di fondamentale importanza, e solo una ditta specializzata in disinfestazioni, la vostra personale conoscenza della situazione e il riconoscimento dell’animale infestante, in questo caso molto a proposito definito come “parassita”, può risolvere il problema.
Bio disinfestazione srl è la risposta concreta e una consulta gratuita e senza impegno.

Approfondiamo insieme gli infestanti dell'uomo attraverso le nostre schede etologiche:

LE PULCI
I PIDOCCHI
LE CIMICI
LE MOSCHE PUNGENTI
GLI ACARI
LA ZECCHE
LE ZANZARE



negozio prodotti per disinfestazione

Compra on line! Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la Disinfestazione Fai Da Te