Le Pulci delle galline – Ceratophyllus gallinae e Echidnophaga gallinacea

 

INFESTANTI DELL’UOMO e DEGLI ANIMALI DOMESTICI

Le Pulci delle galline – Ceratophyllus gallinae e Echidnophaga gallinacea

 

Le Pulci delle galline - Ceratophyllus gallinae e Echidnophaga gallinacea

Le Pulci delle galline - Ceratophyllus gallinae e Echidnophaga gallinacea

 

 

Ceratophyllus gallinae                                              Echidnophaga gallinacea 

 

 

Habitat:

  •  Anche in questo caso, come in quello della pulce del coniglio, le pulci delle galline sono separate da localizzazione geografica: abbiamo la pulce comune del pollo la Ceratophyllus gallinae più cosmopolita e europea della pulce gallina chiamata Echidnophaga gallinacea, che invece, si incontra più facilmente nel continente americano, e in particolar modo nelle zone tropicali.
  •  Ambedue sono ectoparassiti del pollame domestico e degli uccelli selvatici (quali piccioni, storni e passeri), ma quando gli ospiti preferiti non sono disponibili infestano anche i mammiferi.
  • L’ Echidnophaga gallinacea per esempio, è stata trovata su scoiattoli e volpi, e non è raro che la Ceratophyllus gallinae, una volta che si è distrutto il nido del volatile si trasferisca nella casa dell’uomo.
  •  Le pulci della gallina o la pulce comune del pollo, sono come tutte le altre pulci, parassiti degli animali a sangue caldo, ma al contrario delle altre pulci sono più selettive riguardo all’ospite di cui nutrirsi, in assenza dell’ospite normale, si spostano da un animale all’altro aspettando nel vecchio nido il passaggio di una nuova coppia.
  •  Questa pulce (Ceratophyllus gallinae) predilige un clima secco, i nidi negli alberi cavi. La troviamo anche nelle scatole (nidi artificiali) degli uccelli, sotto le piastrelle, nei nidi sotto i tetti.
  •  Al contrario delle pulci adulte, le larve delle pulci richiedono habitat specifici, associati più che altro alle abitudini di nidificazione degli ospiti, più che al tipo di sangue.

Morfologia:

  •  La Pulce comune del pollo (Ceratophyllus gallinae)  è lunga dai 2 ai 3mm e marrone come la maggior parte delle pulci.
  •  Il loro corpo è appiattito in modo che le sei gambe sembrano essere attaccate su di un solo lato.  Può saltare 6-8 cm in altezza e 10-15 cm di lunghezza.
  •  L’Echidnophaga gallinacea invece si localizza nello spessore della cute degli uccelli. Dopo la fecondazione, le femmine affondano la testa nella cute della cresta e dei barbigli, intorno all’ano dell’animale, in parti, dove la pelle è più nuda, essendo sprovviste di pettine sulle zampe. Qui formano noduli in cui depositano le uova.
  •  La pulce della gallina (Echidnophaga gallinacea) è la più piccola tra le pulci (1-1,5 mm) ed è tra le più stanziali.
  •  Le uova delle pulci sono lunghe circa 0,5 millimetri, ovali, di colore bianco-perlaceo, e vengono depositate, nel caso delle pulci del pollo nelle ulcerazioni provocate dal pasto di sangue tra le piume.
  •  Le feci delle pulci, che svolgono un importante ruolo nella nutrizione delle larve, sono quei piccoli pallini neri che, quando l’animale è infestato, si possono vedere tra il pelo e schiacciandoli su di un fondo bianco lasciano una stria di sangue.
  •  Le larve delle pulci degli uccelli (Ceratophyllus gallinae e Echidnophaga gallinacea) sono più affusolate e più scure (giallo-cremoso), delle altre larve di pulce, e misurano circa 6mm di lunghezza.

Le Pulci delle galline - Ceratophyllus gallinae e Echidnophaga gallinacea

larve di pulci di gallina

Ciclo vitale:

  •  La riproduzione delle pulci delle galline può succedere solamente quando nel nido o nel pollaio, ci sono uccelli di cui le pulci si possano alimentare.
  •  L’Echidnophaga gallinacea  invece, si localizza nello spessore della cute degli uccelli. Dopo la fecondazione, le femmine affondano con la loro testa nella cute della cresta e dei barbigli degli uccelli, dove formano noduli in cui depositano le uova. Questa è l’unica pulce che infila la testa nel corpo dell’ospite.
  •  Le larve di Echidnophaga gallinacea, uscite dalle uova depositate proprio in queste ulcerazioni della pelle, cadono a terra per continuare il loro sviluppo. La pelle attorno ai noduli si ulcera e i giovani soggetti possono morire in caso di infestazioni gravi da pulci.
  •  Le larve della pulce comune del pollo si sviluppano in poche settimane all’interno di un bozzolo di seta coperto da detriti per meglio mimetizzarsi. Poi emergono come adulte e, dopo essersi nutrite, si accoppiano per continuare il ciclo.
  •  Possono però rimanere in forma di larva o di pupa anche per tutta l’estate, l’autunno e l’inverno. In attesa di un nuovo ospite. Caso il nido non venisse riutilizzato allora si preparano a saltare o sul primo malcapitato che passa o in terra, visto che gli adulti senza cibo non possono riprodursi.

Abitudini:

  •  La pulce delle galline è quella che infila la testa dentro la pelle dell’ospite.
  •  L’Echidnophaga gallinacea è la pulce più difficile da rimuovere, perché le loro teste si incorporano nell’ospite e non può essere tirato via facilmente.
  •  La Ceratophyllus gallinae ma specialmente la Echidnophaga gallinacea possono moltiplicarsi causando gravissime infestazioni negli allevamenti di polli e anche, alcune volte negli allevamenti di visoni.
  •  Attenzione anche ad altri animali domestici che vengono spesso a contatto con piccioni o pollame. In questo caso, sui mammiferi, si stanziano spesso intorno al margine dell’orecchio esterno e vicino al naso.
  •  Il pasto di sangue dell’Echidnophaga gallinacea dura a lungo, può rimanere dentro il suo ospite dai 4 ai 19 giorni di seguito e come tutte le altre pulci dopo il pasto immancabilmente si accoppieranno.

 

Difficile è liberarsi da soli da un infestazione di pulci. Bisogna usare tecniche specifiche, saper riconoscere la specie o le specie di pulci che possono coesistere in un unica infestazione e trovarne il focolaio. Buona norma è collocare i tessuti infestati al sole diretto, non dimenticarsi di mantenere pulite le cucce degli animali. Ricordatevi che le pulci possono essere i vettori di molte malattie, quindi in caso di infestazione chiamate una ditta specializzata in Bio-disinfestazioni.


negozio disinfestazione pulci

Compra on line! Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la Disinfestazione da pulci – Fai Da Te

le Pulci del coniglio – Spilopsyllus cuniculi e Cediopsylla simplex

INFESTANTI DELL'UOMO e DEGLI ANIMALI DOMESTICI

le Pulci del coniglio – Spilopsyllus cuniculi e Cediopsylla simplex

le Pulci del coniglio - Spilopsyllus cuniculi e Cediopsylla simplex

le Pulci del coniglio - Spilopsyllus cuniculi e Cediopsylla simplex

 

Pulce del coniglio europea                                           Larva di pulce

 

  

Habitat: 

  •  Parliamo qui di due pulci di localizzazione mondiale differente, ma molto simili tra loro: una è la pulce del coniglio europea (Spilopsyllus cuniculi) e l’altra vive principalmente in Nord america ed è la Cediopsylla simplex .
  •  Sia la pulce del coniglio europea che la pulce del coniglio americana sono parassite dei conigli e, strettamente legate al loro ciclo ormonale.
  •  Le pulci dei conigli,  Spilopsyllus cuniculi  e Cediopsylla simplex, possono infestare anche conigli selvatici e lepri, raramente si stanziano su canidi e felini .
  •  Sono portatrici cosmopolite del virus della mixomatosi e di altri agenti patogeni, ed è noto il fatto che possono mordere anche cacciatori e escursionisti.
  •  La pulce del coniglio si riunisce intorno alle orecchie dell’animale, causando molte irritazioni e danni ai tessuti.
     

Morfologia: 

  •  Il corpo delle pulci del coniglio misura in media da 1 (femmine) a 2,5 mm. I corpi sono appiattiti da lato a lato permettendo così una facile movimentazione attraverso i peli o le piume sul corpo dell'ospite.
  •  L’apparato buccale delle pulci è come un tubo adattato per nutrirsi del sangue di altri animali. 
  •  Le zampe delle pulci in generale sono lunghe, i due arti posteriori sono ben adattati per il salto, (verticalmente fino a sette pollici (18 cm); orizzontalmente tredici pollici (33 cm)) – circa 200 volte la lunghezza del proprio corpo, rendendo la pulce il miglior saltatore di tutti gli animali.
  •  Le uova delle pulci del coniglio sono lunghe circa 0,5 millimetri, ovali, di colore bianco-perlacee, e vengono depositate indiscriminatamente nel pelo,  nelle cucce degli animali, come nelle tane.
  •  Le feci delle pulci, sono quei piccoli pallini neri che, quando l’animale è infestato da pulci, si possono vedere tra il pelo e schiacciandoli su di un fondo bianco lasciano una stria di sangue.

Ciclo vitale: 

  •  La pulce del coniglio non si accoppia sui conigli adulti ma sui piccoli coniglietti appena nati.
  •  Le ovaie delle pulci di Spilopsyllus cuniculi che stanziano sui conigli maschi o sulle femmine non gravide restano immature, mentre le pulci che infestano coniglie in stato di gravidanza sono pronte all’accoppiamento al momento del parto dell’ospite.
  •  Tale coordinamento si realizza attraverso il controllo ormonale. Coniglie gravide presentano un aumento di ormoni come il cortisolo e corticosterone nel flusso sanguigno, e le pulci hanno sviluppato la capacità di percepire questi ormoni. Perciò durante la gravidanza del coniglio, le pulci raggiungono la maturità sessuale, e dal momento in cui i piccoli del coniglio nascono, le pulci femmine hanno le loro uova mature.
  •  Le pulci del coniglio infestano subito i piccoli conigli appena entrano a stretto contatto con la madre.
  •  I piccoli conigli nel loro sangue hanno un ormone, la somatropina che stimola a sua volta le pulci del coniglio ad accoppiarsi.
  •  Come tutte le uova delle pulci, le uova di Cediopsylla simplex  e Spilopsyllus cuniculi non sono appiccicose e quindi cadono facilmente nel nido dell'ospite.
  •  Contemporaneamente allo sviluppo delle uova, le pulci adulte che stanno sui piccoli conigli aumentano la defecazione per fornire una fonte di cibo alle larve che presto usciranno dalle uova. 
  •  Le larve si sviluppano all'interno delle uova in un tempo che può durare da due giorni a più di un mese, a seconda della temperatura e dell'umidità. 
  •  Il ciclo vitale delle pulci, come in tutte le specie è composto da quattro stadi larvali, embrione, larva, pupa e imago (adulto).

Abitudini: 

  •  La pulce del coniglio europea (Spilopsyllus cuniculi) e la pulce del coniglio americana (Cediopsylla simplex) ,saltano meno delle altre pulci,  sono pulci più stanziali, rimangono sostanzialmente vicino al coniglio infestato e alle sue orecchie.
  •  Riconoscere un infestazione da pulci del coniglio è relativamente facile, cercare tra il pelo la presenza delle loro feci, che ricordano molto della fine sabbia nerastra . Per essere certi della presenza delle pulci è sufficiente inumidire questa specie di terriccio strofinando con un pezzo di carta da cucina inumidita, se rimane un alone bruno o una strisciata color sangue scuro, allora siamo in presenza di pulci.

 

le Pulci del coniglio - Spilopsyllus cuniculi e Cediopsylla simplex

 Conformazione della testa delle pulci più comuni: un modo sicuro per riconoscerle

Difficile è liberarsi da soli da un infestazione di pulci. Bisogna usare tecniche specifiche, saper riconoscere la specie o le specie di pulci che possono coesistere in un unica infestazione e trovarne il focolaio. Buona norma è collocare i tessuti infestati al sole diretto, non dimenticarsi di mantenere pulite le cucce degli animali. Ricordatevi che le pulci possono essere i vettori di molte malattie, quindi in caso di infestazione chiamate una ditta specializzata in Bio-disinfestazioni.



negozio disinfestazione pulci

Compra on line! Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la Disinfestazione da pulci – Fai Da Te

La pulce del cane – Ctenocephalides canis

INFESTANTI DELL'UOMO e DEGLI ANIMALI DOMESTICI

La pulce del cane – Ctenocephalides canis

La pulce del cane - Ctenocephalides canisLa pulce del cane - Ctenocephalides canis
 

 

Ctenocephalides canis, la pulce del cane                         Larva di pulce
 

Habitat: 

  •  Le pulci adulte sono parassiti degli animali a sangue caldo, soprattutto mammiferi, le pulci non sono selettive riguardo all’ospite di cui nutrirsi, in assenza dell'ospite normale, si spostano da un animale all’altro.
  •  Al contrario delle pulci adulte, le larve delle pulci richiedono habitat specifici, associati più che altro alle abitudini di nidificazione degli ospiti, più che al tipo di sangue.
  •  L’habitat delle larve di pulce comunque, è preferibilmente buio, umido, come ad esempio le lettiere degli animali e la peluria del tappeto, dove prosperano nutrendosi di detriti organici e di escrementi delle pulci adulte.
  •  L’habitat delle pulci e soprattutto della pulce del cane (Ctenocephalides canis), può essere anche  una fessura nel pavimento, quindi anche il più poveraccio dei cani avrà la sua bella compagnia di pulci che lo aspettano al suo ritorno a casa. 
  •  La pulce del cane (Ctenocephalides canis) infesta facilmente anche le pecore, che dormono in prossimità del loro cane pastore.

Morfologia: 

  •  Il corpo delle pulci misura in media da 1,5 a 3,3 mm I corpi sono appiattiti da lato a lato permettendo così una facile movimentazione attraverso i peli o le piume sul corpo dell'ospite.
  •  L’apparato buccale delle pulci è come un tubo adattato per nutrirsi del sangue di altri animali. 
  •  Le zampe delle pulci in generale sono lunghe, i due arti posteriori sono ben adattati per il salto, (verticalmente fino a sette pollici (18 cm); orizzontalmente tredici pollici (33 cm)) – circa 200 volte la lunghezza del proprio corpo, rendendo la pulce il miglior saltatore di tutti gli animali.
  •  Le uova delle pulci sono lunghe circa 0,5 millimetri, ovali, di colore bianco-perlacee, e vengono depositate indiscriminatamente nel pelo, tra le piume, nelle cucce degli animali domestici come nella biancheria del vostro letto.
  •  Le feci delle pulci, sono quei piccoli pallini neri che, quando l’animale è infestato, si possono vedere tra il pelo e schiacciandoli su di un fondo bianco lasciano una stria di sangue.
  •  Le larve delle pulci in generale, e le pulci del cane non fanno eccezioni, emergono dalle uova e si nutrono di qualsiasi materiale organico disponibile, come insetti morti, escrementi e altre sostanze vegetali e comunque hanno bisogno degli escrementi delle pulci adulte che contengono sangue semidigerito.
  • Sintomo chiaro di un infestazione da pulci è proprio questo effetto sale-pepe costituito dalle larve (chiare) e dalle feci (scure sanguinolente) un po’ ovunque.
     

Ciclo vitale:

  •  Le pulci in generale hanno una vita sessuale molto intensa, il loro accoppiamento per essere fecondo deve superare i 60 minuti, il numero delle uova di pulce deposte può essere molto alto e avviene di solito dopo ogni pasto di sangue. Dipende comunque dalla specie dal clima e dalla disponibilità di nutrimento.
  •  Le pulci sono insetti  il cui ciclo vitale passa attraverso quattro stadi: embrione, larva, pupa e imago (adulto). 
  •  Il ciclo di vita della pulce del cane inizia quando la femmina depone le uova dopo il pasto di sangue dell’ospite.
  •  Le uova delle pulci del cane (Ctenocephalides canis), deposte in gruppi di fino a 20 o giù di lì, cadono quasi subito a terra, quindi il posto dove il cane riposa, la sua cuccia diventa l’habitat primario dove prende forma l’infestazione da pulci.
  •  Il ciclo di sviluppo da uovo a pulce adulta del cane si completa di solito in 4 settimane, ma a basse temperature ci vuole molto più tempo.
  •  Nella fase di pupe le larve delle pulci sono racchiuse in un bozzolo di seta coperto di detriti per meglio mimetizzarsi.
  •  Le larve delle pulci, inizialmente di color bianco panna, lentamente cambiano il colore in marrone scuro maturando e diventando pulci adulte.
  •  In questo stato di muta larvale la pulce parassita del cane può trascorrere l'inverno.

Abitudini:

  •  La pulce del cane (Ctenocephalides canis) è un ospite intermedio della tenia del cane (Dipylidium caninum), il cui ospite vertebrato è di solito il nostro affezionato cane.
  •  La Tenia del cane oltre ad altre varie malattie e parassitosi, può essere trasmessa dalle pulci agli esseri umani.
  •  Le pulci adulte hanno solo circa una settimana per trovare l'alimento una volta che emergono, anche se possono sopravvivere dai due mesi a un anno tra i pasti.
  •  La pulce adulta emerge dallo stato larvale stimolata dalle vibrazioni, causate da un ospite di passaggio. Questo spiega gli attacchi di massa che si verificano occasionalmente in locali deserti.
  •  La pulce parassita del cane (Ctenocephalides canis)  al contrario della pulce del gatto (Ctenocephalides felis) passa più tempo sull’ospite ma comunque, sempre và e volta tra un pasto, con conseguente deposizione di uova, e l’altro, tra il luogo stanziale dell’ospite e il suo corpo fonte di nutrimento.
  •  Ricordate che la pulce del cane non infesta i gatti, mentre è vero il contrario.

 

La pulce del cane - Ctenocephalides canis

 Conformazione della testa delle pulci più comuni: un modo sicuro per riconoscerle.

Difficile è liberarsi da soli da un infestazione di pulci. Bisogna usare tecniche specifiche, saper riconoscere la specie o le specie di pulci che possono coesistere in un unica infestazione e trovarne il focolaio. Buona norma è collocare i tessuti infestati al sole diretto, non dimenticarsi di mantenere pulite le cucce degli animali. Ricordatevi che le pulci possono essere i vettori di molte malattie, quindi in caso di infestazione chiamate una ditta specializzata in Bio-disinfestazioni.



negozio disinfestazione pulci

Compra on line! Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la Disinfestazione da pulci – Fai Da Te