Lyctus brunneus e Lyctus linearis

INFESTANTI DEL LEGNO

Lyctus brunneus e  Lyctus linearis
 

Lictidi
 

Lyctus brunneus e Lyctus linearis Lyctus brunneus

 

 

 

 

 

 

 

Lyctus brunneus e Lyctus linearisLyctus linearis

 

 

 

 

 

 

Habitat:

  •  Il Lyctus linearis è una specie nativa europea, mentre il Lyctus brunneus è di origine tropicale, ma si è acclimatato in tutto il mondo tanto da diventare piú diffuso dello stesso Lyctus linearis.
  •  L’introduzione del Lyctus brunneus in Europa é quindi avvenuta accidentalmente attraverso l’importazione di legni tropicali. 
  •  I Lictidi attaccano esclusivamente legno di latifoglia che abbia vasi di diametro superiore a 0,08 mm ed un tasso di umidità abbastanza elevata.
  •  I Lictidi infestano i legni dei pavimenti, rivestimenti, battiscopa, telai di porte o finestre, mobili e tutti  i tipi di oggetti  decorativi in legno.
  •  Sia il Lyctus Linearis, che il Lyctus brunneus sono insetti infestanti del legno che amano particolarmente le parti molli (alburno), del legno di latifoglie come la quercia, castagno, frassino, noce, olmo, il salice, il ciliegio e più raramente il faggio e pioppo.
  •  Il rosume di questi insetti infestanti del legno ha l’aspetto farinoso e sottilissimo, stipato nelle gallerie create dalle larve dei Lictidi.

Morfologia:

  •  Il colore del lyctus linearis è marrone giallastro e arriva fino al marrone rossastro.
  •  Il colore del lyctus brunneus è più uniforme e va dal marrone scuro al marrone rossastro.
  •  I Lictidi sono tarli di piccole dimensioni (3-8 mm), dal corpo allungato e leggermente appiattito, con il capo ben visibile, e le antenne con 11 articoli, abbastanza lunghe  e clavate.
  •  La longevità del maschio adulto è di circa due mesi, quello della femmina 4 mesi. 
  •  Le larve si presentano come un piccolo verme bianco grigiastro arricciato, tranne la testa che è in parte rossiccia. Lunghe da 4 fino a 8,5 mm quando sono nel pieno della maturazione.
  •  Le uova dei Lictidi sono piccole ( 1 mm), hanno un aspetto bianco translucido, e sono molto flessibili per poter essere inserite senza danni, nei vasi del legno.

Ciclo Vitale:

  •  Il ciclo vitale dei lictidi,  varia da 80 a 300 giorni (o anche 2 anni) a seconda delle condizioni ambientali e del valore nutrizionale del substrato del legno infestato.
  •  Le femmine sia del Lyctus linearis che del Lyctus brunneus depongono le uova nelle fessure dei vasi del legno. 
  •  La fertilità media è di circa una ventina di uova per il Lyctus linearis queste, vengono deposte in piccoli gruppi da 2 a 6. Per il Lyctus brunneus invece la femmina depone 50-70 uova rilasciandone 4-6 in ogni vaso del legno infestato.   
  •  Dalle uova nascono le larve. Questa é la fase infestante piú dannosa per il legno, quando le larve di lyctus linearis e lyctus brunneus  cominciano a scavare le gallerie nel legno infestato di cui si nutrono.
  •  Una volta che la larva ha completato il suo sviluppo si impupa in una camera pupale da lei scavata appositamente nelle gallerie vicino alla superficie del legno. Lo stadio di pupa dura dalle 2 alle 3 settimane.
  •  Quando l'adulto è formato, rimane ancora nella camera pupale per circa 4 giorni per poi scavare un buco verso l'esterno per liberarsi e prendere il volo attraverso il foro di sfarfallamento.
  •  Il periodo di comparsa all’esterno d’individui adulti è tra aprile e settembre e hanno prevalentemente abitudini notturne.
     

Abitudini:

  •  Si noti che l'uscita del fori di sfarfallamento del Lyctus brunneus e del Lyctus linearis sono rotondi, come nei Coleotteri.
  •  Queste gallerie sono spesso intasate di rosume con un aspetto farinoso e molto volatile. 
  •  Questo rosume essendo così fino, può cadere a terra, rendendo visibile l’infestazione del legno esternamente, e potendo facilmente permetterci di identificare la presenza di questo parassita formidabile. Potendo cosí procedere ad una efficace disinfestazione.
  •  Il Lyctus brunneus non attacca mai il legno tenero.

 

Purtroppo però, quando notiamo i fori di sfarfallamento degli insetti infestanti in superficie, di solito è troppo tardi per intervenire, perché il l’infestazione del legno é giá in atto e, il legno infestato, é spesso già compromesso nella sua meccanica.

E’quindi necessario prevenire attraverso la disinfestazione proattiva, ossia una disinfestazione attenta ai sintomi dell’infestazione, che affronta i problemi mano a mano che si presentano, con tecniche di disinfestazione sempre all’avanguardia. Per questo é bene affidarci a personale specializzato in disinfestazioni al primo apparire di leggeri rumori notturni provenienti dagli amati oggetti di legno della nostra casa.



negozio Disinfestazione

Compra on line! Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la Disinfestazione Da Te

Vespa del legno – Sirex gigas

INFESTANTI DEL LEGNO

Vespa del legno- Sirex gigas

Imenotteri Siricidi

Vespa del legno - Sirex gigas
Tarlo Vespa adulto

Habitat:

  •  Vive nei grandi boschi di conifere ed è cosmopolita, dove ovviamente le condizioni di temperatura e umidità lo permettono.
  •  Questi Imenotteri Siricidi; le Sirex gigas, simili a delle vespe, cominciano ad attaccare il legno sin dalla foresta e continuano il loro ciclo di vita anche quando il legname è ormai tagliato e lavorato.
  •  I Siricidi come le vespe del legno, attaccano di preferenza le Conifere (legni resinosi) ed in particolare l’Abete bianco, alcuni tipi anche i pioppi.
  •  Insetto infestante del legno, la Sirex gigas all’interno delle case si trova spesso nelle travature portanti anche se, il loro ciclo vitale, non presuppone gravi infestazioni da siricidi, semplicemente perchè non si sviluppano nuove generazioni all’interno del legno già lavorato.

Morfologia:

  •  Insetti di grande taglia molto simili alle vespe, ed è proprio per questo loro aspetto che la Sirex gigas è anche chiamata Vespa del legno.
  •  La lunghezza del loro corpo può raggiungere i 4,5 cm.
  •  La femmina è provvista di un lungo ovodepositore a forma di trivella per depositare le uova proprio all’interno del legno.
  •  Il suo colore è giallo e nero striato.

Ciclo vitale:

  •  La femmina adulta della vespa del legno depone le uova tra maggio e settembre, attraverso il suo particolare ovodepositore, queste impiegano circa 2 mesi di incubazione per schiudersi.
  •  La larva di Sirex gigas appena nata misura 3 cm circa e comincia da subito a scavare larghe gallerie in direzione longitudinale al legno.
  •  Il ciclo vitale completo del Tarlo Vespa del legno dura in media tra i 2 e i 4 anni.

Vespa del legno - Sirex gigas

 

Larva del tarlo vespa

Abitudini:

  •  La larva della Vespa del legno ha la caratteristica di comprimere fortemente il suo tipico rosume truciolato  all’interno delle gallerie.
  •  Lo comprime tanto che alle volte, specialmente se si taglia il legno con la sega meccanica, non si percepisce l’infestazione.
  •  La Sirex gigas si nutre sia dell’alburno che del durame del legno.
  •  I loro fori di sfarfallamento sono perfettamente circolari e grandi fino a 6 mm di diametro.

 

Pur non essendo considerate infestazioni particolarmente gravi per il legno lavorato delle nostre case, questo insetto infestante del legno può attaccare interi boschi di conifere da legno, ed è di difficile individuazione.

E’ possibile individuare il Tarlo vespa del legno attraverso i fori di sfarfallamento ed eventuale rosume truciolare.
Raccomandiamo proprio in questi casi l’intervento specialistico di ditte di disinfestazione o quantomeno di biologi specializzati in pest control.


negozio disinfestazione vespe

Compra on line! Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la Disinfestazione Vespe Fai Da Te

Ptilinus pectilicornis

INFESTANTI DEL LEGNO

Ptilinus pectilicornis

Anobidi

Ptilinus pectilicornis

maschio di Ptilinus pectilicornis

Habitat:

  •  Il Ptilinus pectilicornis è presente in Europa e soprattutto sui legni di acero, faggio, pioppo e ontano.

Morfologia:

  •  L’adulto di Ptilinus pectilicornis  ha il corpo di forma cilindrica, leggermente arrotondato all’estremità, e la sua lunghezza è di 4-5 mm.
  •  Il suo colore tende al marrone scuro con le elitre più chiare. Le ali anteriori e il dorso sono coperti da una fina e fitta peluria giallastra.
  •  Il maschio di quest’insetto infestante del legno, ha delle antenne cosiddette “pettinate” ossia a forma di pettine dai denti larghi, molto caratteristiche.
  •  Le femmine di Ptilinus pectilicornis invece le hanno a forma di sega dette “serrate”.

Ciclo vitale:

  •  Il ciclo vitale del Ptilinus pectilicornis ha una durata media di 2-3 anni.
  •  L’adulto, agli inizi di giugno, prima di uscire dal foro di sfarfallamento si accoppia dentro le gallerie, e depone le uova al loro interno.
  •  Le larve come tutte quelle degli Anobidi sono biancastre e a forma di C, con un apparato masticatore più scuro in evidenza.

Abitudini:

  •  Le gallerie di questo insetto infestante del legno, sono sempre tortuose e riempite di rosume, intrecciate molto spesso tra loro, così che la resistenza strutturale e meccanica del legno infestato diminuisce notevolmente.
  •  Più esemplari possono uscire dalle stesso foro di sfarfallamento. In questo modo la reale gravità dell’infestazione da Ptilinus pectilicornis è difficile da quantificare.
  •  Il rosume da loro provocato è compattato in modo da ostruire le gallerie, che vengono poi riaperte dalle femmine adulte e dalle stesse larve di Ptilinus.

 

Molto spesso accade che ci si accorga della presenza dell’insetto soltanto quando l’attacco è già in uno stadio avanzato di infestazione e ci ritroviamo a toccare un legno che in realtà è completamente vuoto all’interno. È importante quindi, fare attenzione come al solito, alla presenza di fori di sfarfallamento, di rosume e, prevenire quanto risolvere al più presto l’infestazione da Ptilinus pectilicornis consultando ditte specializzate in disinfestazioni e utilizzando sistemi di disinfestazione proattiva.

Orologio della morte – Xestobium rufovillosum

INFESTANTI DEL LEGNO

Orologio della morte – Xestobium rufovillosum

Anobidi

Orologio della morte - Xestobium rufovillosum

Habitat:

  •  È una specie di insetto infestante del legno presente in quasi tutta Europa, in Nord America e Australia.
  •  Attacca di preferenza legno morto che ha subito un attacco fungino, dovuto all’azoto che i funghi producono. É comune nelle aree urbane ma preferisce edifici vecchi più umidi.
  •  Il Xestobium rufovillosum preferisce il legno abbattuto o già in opera e tra i legni in modo particolare le latifoglie quali la quercia, il castagno, l’olmo e il pioppo. L’importante è che il legno e l’ambiente abbiano un tasso di umidità elevato.
  •  L’Orologio della morte si trova spesso nelle biblioteche e nelle vecchie ceppaie.

Morfologia:

  •  Gli adulti degli insetti anobidi Xestobium rufovillosum sono di colore bruno-marrone.
  •  Sono gli anobidi più grandi della famiglia arrivando a misurare dai 5 agli 8 mm di lunghezza, mentre la sua larva all’ultimo stadio di maturazione arriva anche a 10-11 mm.
  •  Il corpo del tarlo anche chiamato Orologio della morte è tarchiato e con un ampio torace.
  •  L’ aspetto della superficie del suo corpo e delle elitre è granulare, con chiazze di ciuffi irregolari di peli corti dorati.
  •  Le antenne sono relativamente corte.
  •  Le larve di Xestobium rufovillosum sono bianco latte tendenti al rosa, e sembrano piccoli vermi bianchi molto incurvati, alle volte con un potente apparato boccale masticatore nero.

Orologio della morte - Xestobium rufovillosum

 

 

larva di Xestobium rufovillosum e rosura

Ciclo vitale:

  •  La femmina di Xestobium rufovillosum depone uova piccole, bianche, e lisce, in un numero che va dalle 40 alle 200 alla volta, con una media di 60 in piccoli sacchetti nelle fenditure del legno infestato.
  •  I fori di sfarfallamento dell’Orologio della morte sono larghi 2- 3 mm.
  •  Il ciclo vitale delle larve può durare tra i 2 e i 4 anni, molto tempo per causare molti danni.
  •  Il periodo di incubazione delle uova dura circa 15 giorni.
  •  L’adulto di Xestobium rufovillosum ha una durata della vita media di 8 -10 settimane.
  •  L’Orologio della morte compie diverse mute durante lo stadio larvale prima dell’impupamento vero e proprio.

Abitudini:

  •  L’insetto infestante Xestobium rufovillosum è detto popolarmente: Orologio della morte, dovuto al richiamo sessuale che i maschi fanno per attirare le femmine sbattendo la testa ritmicamente contro le pareti delle gallerie, specialmente durante la notte.
  •  Il Xestobium rufovillosum è un insetto xilofago che ama la luce, e non è raro trovarlo sfarfallando vicino alle finestre.