Ruggini

Le ruggini

Che siano brune, arancioni, gialle o nere, le ruggini sono tutte caratterizzate dalla presenza di pustole polverulente contenenti le spore di questi funghi, che infestano moltissimi vegetali. Le pustole sono di solito localizzate sulla parte posteriore delle foglie e sugli steli. La disposizione delle spore può essere molto regolare, organizzata in maniera concentrica, oppure più casualmente come nel caso della mahonia.

La parte superiore del lembo si ricopre di tante chiazze color giallo arancio, poi le foglie cadono in seguito all’indebolimento progressivo del vegetale.

Le ruggini possono essere eteroiche (la ruggine dell’anemone e del rosaio), ovvero hanno bisogno di due piante ospiti per svilupparsi, oppure autoiche: in questo caso, effettuano il proprio ciclo di sviluppo su una sola pianta.

Foglie colpite dalla ruggine bianca (© F. Mainardi Fazio)

Gli strumenti di lotta

  • Rimedi biologici:
    • decotto a base di equiseto.
    • Rimedi chimici:
    • trattamento fungicida preventivo a base di mancozebe;
    • fungicida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*