Il crown gall o tumore batterico, colpisce molti vegetali, ad eccezione della famiglia delle graminacee.

È una specie una specie di tumore maligno; si manifesta con la comparsa di escrescenze e rigonfiamenti bianchi sul colletto, che a poco a poco marciscono e anneriscono.

Il marciume può accelerare la morte del vegetale. Il tumore batterico si insinua sempre attraverso una ferita.

Gli strumenti di lotta

Sono principalmente colturali:

  • distruggete le piante colpite;
  • effettuate una lunga rotazione delle colture;
  • scegliete dei vegetali sani, senza ferite;
  • si possono anche eliminare i tumori tramite raschiamento e applicare una soluzione leggermente alcolizzata dopo l’intervento.

-Bisogna anche lottare contro i nematodi, le larve di maggiolino e di elateride che facilitano la diffusione del batterio.
-Esiste un metodo biologico non ancora disponibile per i dilettanti: si tratta di un ceppo batterico che reagisce riproducendo un antibiotico.

L’avvizzimento batterico

Può colpire moltissimi vegetali (dalia, patata, crisantemo, pomodoro). Il batterio responsabile dell’avvizzimento è trasmesso sia dai nematodi, sia dal terreno; la sua diffusione è facilitata dalla presenza di ferite sulla pianta.

I tessuti vascolari si atrofizzano e la pianta atrofizzata muore.

A seconda della specie attaccata, si riscontrano macchie scure sulle foglie, tumori sul colletto della pianta, marciume sui tubercoli… L’avvizzimento batterico è favorito dalla temperatura mite e da un alto tasso di umidità.

Gli strumenti di lotta

Sono principalmente colturali:

  • scegliete delle piante sane;
  • eliminate le piante colpite;
  • disinfettate gli attrezzi da giardino con l’alcol;
  • disinfettate il suolo.

Il colpo di fuoco batterico delle rosacee

Il colpo di fuoco batterico è la più grave malattia delle rosacee e dev’essere combattuto da tutti. In Italia e nella UE c’è una legge che prevede l’obbligo della lotta.

Vedi Anche:  Bombice E Sesia

I germogli, le foglie e i fiori colpiti assumono un caratteristico colore bruno, anneriscono e cadono: sembra che siano stati toccati da una fiammata.

La malattia si diffonde soprattutto al momento della fioritura.

Gli strumenti di lotta

Alcuni metodi colturali possono aiutarvi a bloccare la comparsa del batterio:


avvizzimento batterico (© A. Furlani Pedoja)

  • evitate i terreni troppo umidi;
  • distruggete e bruciate le piante troppo danneggiate;
  • a titolo preventivo, applicate un fungicida tipo poltiglia bordolese per prevenire l’attacco e rinnovate il trattamento al momento della fioritura.

Il marciume batterico dei bulbi

Si riscontra sui bulbi un marciume molle che

emana un forte odore.

Gli steli si staccano facilmente, le foglie ingialliscono, compaiono gradualmente necrosi brunastre sul punto di congiunzione tra il picciolo e il lembo.

Gli strumenti di lotta

Prima di piantare i bulbi, controllate le loro condizioni ed eliminate tutti quelli che risultano colpiti.