Scorpioni – Euscorpius flavicaudis, italicus

INFESTANTI DELLA CASA

Scorpioni – Euscorpius flavicaudis, italicus

euscorpius flavicaudis3(1) - Scorpioni - Euscorpius flavicaudis, italicus

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Habitat: 

  •  Tra gli scorpioni presenti in Italia incontriamo più spesso il genere Euscorpius, le due specie più frequenti e poco distinguibili tra loro sono l’ Euscorpius italicus e Euscorpius flavicaudis, lunghi tra i 3 e i 5 cm .
  •  La forma appiattita del loro corpo si adatta perfettamente a spostamenti sotto le pietre, le cortecce, e fessure di vario tipo, dove, nonostante il loro corpo possieda dei sistemi atti a diminuire la disidratazione, amano rifugiarsi, soprattutto nelle ore più calde.
  •  Vivono tra montagne aride e aree desertiche, sotto i ruderi, e i vecchi muri, ma lo Scorpione flavicaudis più dell’Euscorpius italicus si trova circolante anche nei prati ed è più amante delle zone umide come delle falde acquifere dei boschi montani. 
  •  Alle volte li possiamo trovare nelle abitazioni di campagna, dove cercano umidità e calore e soprattutto nelle docce e nei bagni, è bene quindi, quando non in uso chiudere sempre il tappo. 

Morfologia: 

  •  Questi aracnidi, seppur antichissimi (conosciuti dal Siluriano), non hanno tuttavia subito variazioni significative nella loro struttura rappresentando per gli studiosi degli autentici "fossili viventi".
  •  Lo Scorpione flavicaudis, presenta un colore scuro, bruno fino al nero, con spesso il telson e le zampe più chiare, tendenti al giallo-rossastro.
  •  Il corpo degli Euscorpius è composto da più segmenti: capo-torace, addome, post addome.
  •  Hanno sei occhi e otto zampe, come tutti gli aracnidi, due chele all’estremità del post-addome che vengono usate per cacciare, sono cannibali tra loro e con altre specie.
  •  Le ghiandole velenifere degli scorpioni si trovano in un aculeo ad uncino sulla coda. Il loro veleno viene usato per difendersi e alcune volte per immobilizzare grosse prede.
Vedi anche  Ratto nero dei tetti – Rattus rattus

Ciclo Vitale:

  •  Tra gli aracnidi, la maggior parte delle specie è ovovivipara, ma quelle appartenenti agli scorpionidi sono vivipare:  cioè, dalle uova, si sviluppa un embrione che viene nutrito attraverso un cordone ombelicale che si prolunga fino all'intestino materno.
  •  I piccoli scorpioncini  rimangono poi con la madre per qualche tempo.
  •  La maggior parte degli scorpioni sono a sessi separati. Durante una danza in cui tiene la sua compagna allacciata mediante i pedipalpi, il maschio depone sul terreno una spermatofora che vien quindi raccolta dalla femmina.

Abitudini:

  •  Gli Euscorpius flavicaudis  sono predatori carnivori d'insetti e si imbattono nelle loro prede quasi casualmente individuandole per urto.
  •  Gli scorpioni sono in grado di sopportare lunghi periodi di digiuno anche di un anno.
  •  Hanno abitudini per lo più notturne e elusive. Gli scorpioni sono immuni verso il proprio veleno.
  •  Le specie di scorpioni presenti in Italia posseggono un veleno molto blando la cui puntura non rappresenta una particolare minaccia.

 

 

È sempre bene però, una volta punti da uno scorpione, assicurarsi che si tratti di una specie “italiana” specialmente se si abita o si lavora nei pressi di falegnamerie che importano legni da altri paesi, o cassette di frutta importate, e questo si può fare purtroppo solo uccidendolo senza però schiacciarlo (con un insetticida per ragni), per poi portarlo in caso di dubbi in ospedale.
 

Bhuthus occitanus - Scorpioni - Euscorpius flavicaudis, italicus

Buthus occitanus, di recente introdotto in Italia , il cui veleno può causare seri problemi

Di solito la puntura di uno scorpione causa un poco più di danni di una puntura di vespa: arrossamento, gonfiore, qualche linea di febbre, nella maggior parte dei casi quando riguardano solo la zona colpita si possono somministrare degli antidolorifici o antiedematosi, se appaiono sintomi non locali è bene andare in ospedale, soprattutto quando si tratta di bambini.

Vedi anche  Acaro della polvere - Dermatophagoides pteronyssinus
 

Non applicare nessun laccio che stringa la circolazione dell’arto, ma spremere la pelle (non succhiare) per far uscire il veleno e applicare del ghiaccio sul luogo della puntura di scorpione.
 

La disinfestazione è necessaria solamente quando in una casa appaiono decine di scorpioni.

negozio disinfestazione scorpioni

Compra on line! Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la Disinfestazione scorpioni Fai Da Te